Storie di innovazione

Etermet

17/02/2022

Settore

Tutto è iniziato con la partecipazione a un bando della Regione Toscana a valere sul POR CReO FESR 2007-2013, per l’acquisto di un nuovo macchinario molto costoso. “Da allora – ricorda Fabrizio Becattini, Amministratore Delegato di Etermet –, abbiamo fatto una rivoluzione. Quel macchinario ci ha permesso di crescere e di pianificare nuovi investimenti”. Per Etermet, che ha sede a Calenzano, in provincia di Firenze, la finanza agevolata è stata un volano di sviluppo. L’azienda, che dal 1968 produce scaffalature metalliche e dispone di un secondo stabilimento a Campi Bisenzio, è una piccola impresa che ha saputo ritagliarsi un ruolo di primo piano nel settore, specializzandosi nelle scaffalature leggere e medio-pesanti. Specializzazione che le ha consentito di farsi spazio in un mercato caratterizzato dalla presenza di grandi aziende. I suoi clienti operano in tutti i settori merceologici sia pubblici che privati, compreso autorevoli marchi nel comparto della moda ed automotive. E continua a investire valutando tutte le opportunità offerte dalla finanza agevolata.

Cliente
Etermet S.r.l.
Risultati
Acquisto di macchinari, ricerca e sviluppo
Servizi
Produzione scaffalature metalliche
Timeline
2015 – in corso
innova finance
È una grande soddisfazione per noi poter contribuire allo sviluppo e alla crescita di un’azienda come Etermet.

L’incontro

Il bando dell’Inail è stato il vostro primo banco di prova. Adesso la finanza agevolata cosa rappresenta per voi?

“È strategica. Ci offre la possibilità di fare investimenti che altrimenti sarebbero impossibili da affrontare. Abbiamo imboccato questa strada e non l’abbandoniamo più. Anche perché per stare un gradino sopra agli altri occorre investire”.

La consulenza

Cosa vi ha permesso di fare in questi anni?

“Come già detto, siamo partiti nel 2007 con il bando regionale, che ha segnato un vero e proprio punto di svolta. Poi abbiamo comprato un capannone a Calenzano e sviluppato un progetto di ricerca e sviluppo per la realizzazione di scaffalature antisismiche. Abbiamo anche comprato una cabina di verniciatura automatizzata e fatto investimenti sull’automazione che ci hanno permesso di diventare un’azienda 4.0”.

Risultati

E per quanto riguarda il futuro?

“Ora stiamo portando avanti una seconda ristrutturazione dello stabilimento e stiamo valutando su quali canali di agevolazioni fare leva. Abbiamo anche programmato di partecipare a una manifestazione fieristica di settore in Germania e vogliamo capire quali spese possiamo recuperare. Nel corso degli anni abbiamo raggiunto ottimi risultati, in alcuni casi recuperando fino all’80% dei costi”.

Un consiglio per gli imprenditori che ancora non hanno utilizzato questo strumento finanziario?

“L’importante è avvalersi di professionisti dai quali farsi guidare per districarsi tra i cavilli normativi e raggiungere gli obiettivi. Spesso basta un solo documento sbagliato per vedere svanire il finanziamento”.

La finanza agevolata è strategica, ci permette di fare investimenti che altrimenti sarebbero impossibili da affrontare.

FABRIZIO BECATTINI photo

FABRIZIO BECATTINI

AMMINISTRATORE DELEGATO
resta aggiornato

Iscriviti alla Newsletter

Riceverai un approfondimento gratuito su come affiancare finanza agevolata e finanza ordinaria nella tua azienda

compila il form

Lavora con noi

App
Innova Finance

Scarica gratuitamente la nostra APP per smartphone.
Potrai consultare i bandi selezionati da Innova Finance, potenzialmente strategici per la tua impresa.